Anche la Francia di allora… I coniugi Martin

Standard
Anche la Francia di allora… I coniugi Martin

Anche la Francia di allora, divisa dalla guerra civile, esausta e umiliata dal conflitto con la Prussia (1870-1873) tentava di ritrovare la sua unità nazionale e la sua coesione. Proprio in quegli anni molti francesi (in primis i coniugi Martin) attingono alla dimensione spirituale e religiosa lo slancio per ritrovare la volontà di vivere, di ricostruire, di riprendere a sperare.

Padre Pierre-Hervé Grosjean, un sacerdote di 37 anni della diocesi di Versailles, ha recentemente affermato in un’intervista rilasciata al settimanale Tempi:

«L’integralismo laico è il miglior alleato degli integralisti islamici. L’integralismo laico nega la dimensione spirituale della persona umana e vuole far sparire la dimensione religiosa dalla società. Vuole soffocare le religioni. Ma una nazione che dimentica le sue radici e la sua eredità spirituale è fragile davanti alla forza delle convinzioni degli integralisti islamici. La forza di una nazione è rappresentata dalla sua anima; se un paese rinnega la sua identità cristiana, la sua cultura e la sua storia, si ritroverà impotente davanti a questa violenza islamista.

Ci domandiamo come dei giovani francesi possano partire per la Siria, rischiando la loro vita, per andare a combattere per lo Stato islamico. E non ci accorgiamo che parte della risposta è in questo vuoto spirituale nel quale crescono i nostri giovani. Chi risponderà alla loro sete di assoluto, al loro bisogno spirituale? Di certo non il nichilismo, la denigrazione permanente delle religioni o l’odio verso la propria cultura e identità. Queste cose, insieme al relativismo morale, non hanno mai portato felicità né costruito una civiltà né tantomeno unificato un paese.

Dobbiamo ritornare a essere fedeli a ciò che siamo. Solo questo ci può unire. La Francia troverà la forza di risvegliarsi nella sua cultura, nella sua storia, nelle sue radici, nella sua eredità spirituale, nella sua grandezza e generosità».

Proprio per essere aiutati recuperare la profondità delle nostre radici e della nostra eredità spirituale, il Centro Culturale “L’Arca” ha organizzato un incontro sui CONIUGI MARTIN (genitori di S. Teresina di G.B.), canonizzati da Papa Francesco durante il Sinodo della famiglia, Domenica 18 ottobre 2015. Anche la Francia di allora, divisa dalla guerra civile, esausta e umiliata dal conflitto con la Prussia (1870-1873) tentava di ritrovare la sua unità nazionale e la sua coesione. Proprio in quegli anni molti francesi (in primis i coniugi Martin) attingono alla dimensione spirituale e religiosa lo slancio per ritrovare la volontà di vivere, di ricostruire, di riprendere a sperare. Un’ondata mistica, incentrata sulla devozione al Sacro Cuore, attraversa il Paese durante quegli anni, e questo movimento di rinascita spirituale riceve il sostegno e la benedizione di Papa Pio IX che, nel 1875, inviterà tutti i Cristiani a consacrare al Sacro Cuore di Gesù la loro persona e la loro vita.

Ci è sembrato anche un modo molto eloquente per annunciare il vangelo della famiglia, fondamento della nostra civiltà e della nostra cultura.

Il titolo che abbiamo scelto per questo incontro è, infatti: “LA BELLEZZA DI UNA COPPIA CRISTIANA E DELLA FAMIGLIA CHE DA ESSA NASCE”.

Abbiamo invitato a parlarci di questa coppia di santi sposi il Padre Carmelitano ANTONIO SANGALLI, vice postulatore della Causa di Beatificazione dei due coniugi. E’ il Padre che ha seguito tutta la vicenda del miracolo cui è legata la loro beatificazione: la guarigione del piccolo Pietro Schilirò di Monza. A quell’epoca P. Antonio risiedeva proprio nel convento Carmelitano di Monza e conosceva personalmente i genitori di Pietro, nato all’Ospedale S. Gerardo con una gravissima insufficienza respiratoria.

L’incontro si svolgerà SABATO 28 NOVEMBRE alle ore 21:00 nel salone della Parrocchia di S. Giuseppe (via XX Settembre, 72 – Sesto S.G.).

Vi allego la locandina dell’incontro (in due diversi formati).

Vi chiedo, se potete, di partecipare e di diffondere questo avviso presso le persone che conoscete e che pensate siano interessate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...