Gender nelle scuole. Risposta all’Assessore

Standard
Gender nelle scuole. Risposta all’Assessore

Prendiamo atto delle dichiarazioni dell’Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Sesto San Giovanni, Rita Innocenti, ma precisiamo ancora una volta le nostre obiezioni in merito:

  1. Il progetto “Così sono se mi pare. Oltre gli stereotipi la sfida della parità” è costruito per veicolare la “teoria del genere”, secondo cui sesso e genere non coincidono, piuttosto il genere sarebbe un carattere appreso e non innato.
  2. Infatti ai bambini, durante questa video-inchiesta, venivano poste domande estranee alla loro esperienza, tese a insinuare dubbi e confusione sulla propria sessualità piuttosto che a rispettare la differenza altrui.
  3. I relatori al convegno conclusivo, svoltosi il 7 novembre 2014 e intitolato “Una giornata del genere”, erano tutti rappresentativi di uno stesso orizzonte di pensiero, senza una reale possibilità di contraddittorio.

Chiedere ai bambini se si trovano a proprio agio nel loro sesso e se lo cambierebbero per un giorno forse non si chiama propriamente “educazione sessuale”, sicuramente non si chiama “lotta alle discriminazioni”. Invitiamo i genitori a vigilare perché nelle scuole tali iniziative risultano spesso celate da vaghe comunicazioni informative.

 

Centro Culturale “L’Arca”, 17 novembre 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...